News & Comunicazioni

15.02.2019 – COMUNICAZIONE:  RIATTIVAZIONE ELEZIONI CONSORTILI

Si comunica che con Delibera Commissariale n. 73 del 14.02.2019 (FormatoPDF) è stata convocata l’Assemblea dei Consorziati per il giorno domenica 19.05.2019.

CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA PER L’ELEZIONE DEL CONSIGLIO DEI DELEGATI

Il Commissario dell’intestato Consorzio, in esecuzione della Delibera Commissariale n. 73 del 14.02.2019, ha convocato l’assemblea dei Consorziati per procedere alla elezione di n. 8 Consiglieri per il giorno 19 maggio 2019, dalle ore 9 alle ore 20, presso i seggi costituiti nelle seguenti località:

Seggio n. 1 VASTO sede Consorzio di Bonifica Sud – C.da S. Antonio Abate 1 – per i consorziati di Vasto;

Seggio n. 2 LANCIANO ex Casa di Conversazione – Piazza Plebiscito, 55 – per i consorziati di Lanciano, Castelfrentano e S. Maria Imbaro;

Seggio n. 3 ATESSA sede Consorzio di Bonifica Sud – via Piazzano 1 – per i consorziati di Atessa;

Seggio n. 4 ALTINO Palazzo del Comune- via San Pietro 54/F – per i consorziati di Altino, Archi, Perano, Roccascalegna;

Seggio n. 5 CASOLI : c/o ex Palazzo di Giustizia – via Montaniera – per i consorziati di Casoli e Sant’Eusanio del Sangro;

Seggio n. 6 CUPELLO Palazzo del Comune- Corso Mazzini, 1 – per i consorziati di Cupello e Monteodorisio;

Seggio n. 7 CASALBORDINO c/o ex Scuola Primaria – località Miracoli, via Pescara – per i consorziati di Casalbordino e Pollutri;

Seggio n. 8 FOSSACESIA Teatro Comunale “Nino Saraceni” -Corso Roma 18 – per i consorziati di Fossacesia e Mozzagrogna;

Seggio n. 9 PAGLIETA sala Polivalente viale Alessandro Pertini – per i consorziati di Paglieta;

Seggio n. 10 ROCCA SAN GIOVANNI Sala convegni Palazzo Croce- via Occidentale 3 – per i consorziati di Rocca San Giovanni e San Vito Chietino;

Seggio n. 11: SAN SALVO Museo Civico Porta della Terra – Piazza San Vitale – per i consorziati di San Salvo, Lentella e Montenero di Bisaccia;

Seggio n. 12: SCERNI sala Convegni – Piazza IV novembre – per i consorziati di Scerni e Villalfonsina;

Seggio n. 13: TORINO DI SANGRO Centro Polivalente Domenico Priori – via Alfonso Priori, 42 – per i consorziati di Torino di Sangro

Con deliberazione Commissariale n. 323 del 05.09.2018, in relazione all’art.26, IV comma della L.R. 10.03.1983 n.11 e s.m.i., l’Assemblea è stata suddivisa nelle TRE SEZIONI previste dallo Statuto consorziale, come appresso indicato:
1^ SEZIONE: consorziati con carico contributivo sino a € 10,33, consorziati con interessi marginali in agricoltura e categorie extragricole
2^ SEZIONE: consorziati con carico contributivo da € 10,34 a € 650,00
3^ SEZIONE: consorziati con carico contributivo superiore a € 650,01.
Le liste dei candidati sono sezionali. Possono essere candidati in ciascuna sezione gli iscritti nelle liste degli aventi diritto al voto della sezione stessa, salvo i casi di ineleggibilità ed incompatibilità previsti dall’art. 24 dello Statuto consorziale.
Le liste devono essere presentate da almeno dieci sottoscrittori per ogni candidato, aventi diritto al voto nella sezione. Il numero dei candidati di ogni lista sezionale non può superare il numero dei Consiglieri elettivi spettanti alla relativa sezione. Di tutti i candidati devono essere indicati il nome, cognome, luogo e data di nascita.
Le liste dei candidati devono essere consegnate in duplice copia entro e non oltre le ore 18,00 del 29 aprile 2019 presso la sede del Consorzio in Vasto, al Responsabile del Procedimento Ing. Tommaso Valerio, nominato con delibera Commissariale n. 306 del 10.08.2018, che ne accuserà ricevuta restituendo copia debitamente firmata con l’indicazione del giorno e dell’ora di ricezione.
Le liste dei candidati devono essere firmate per accettazione dai candidati stessi. Le firme dei candidati e quella dei presentatori delle liste devono essere dichiarate autentiche dagli stessi soggetti previsti dalle vigenti norme in materia elettorale, ovvero da un funzionario del Consorzio all’uopo designato. I candidati non possono figurare in più di una lista. Uguale divieto vige per i presentatori. Qualora più liste contengano uguali firme di candidati o di presentatori, avrà efficacia la firma apposta sulla lista pervenuta anteriormente considerandosi come non apposta la firma delle liste successive.
Le elezioni avranno luogo e saranno ritenute valide purché le liste sezionali dei candidati abbiano, nel complesso, un numero di candidati non inferiore a 8.
Diversamente, utilizzando il procedimento elettorale in atto, sarà fissata una nuova data per le votazioni e riaperto il termine per la presentazione delle liste dei candidati.
Le schede di votazione sono diversificate per sezioni. In esse saranno trascritte le liste dei candidati risultate valide secondo l’ordine di presentazione e rispettando altresì l’ordine con cui i candidati figurano nelle singole liste.
Nelle schede di votazione, le liste saranno distinte con il rispettivo contrassegno purchè il relativo modello sia stato presentato unitamente alle liste; diversamente, saranno distinte con un numero qualsiasi scelto dal Consorzio.
Gli elettori hanno la facoltà di esprimere un voto di lista e, nell’ambito della prescelta, due voti di preferenza ai candidati iscritti nella lista stessa. Il voto di lista si esprime con un segno sul rettangolo contenente il contrassegno o il numero distintivo della lista prescelta. È consentito votare per una sola lista. Il voto di preferenza può essere espresso esclusivamente per i candidati della lista votata e si manifesta con un segno sul rettangolo della scheda al lato del candidato prescelto. IL NUMERO DELLE PREFERENZE NON PUO’ ESSERE SUPERIORE A DUE. Se il votante esprime preferenze senza indicare alcun segno sul contrassegno o numero distintivo della lista, si considera che abbia votato la lista alla quale appartengono i candidati preferiti.
Le schede contenenti più preferenze di quelle consentite sono valide come voto di lista, ma sono nulle le preferenze.
Il diritto di voto deve essere esercitato presso il seggio al quale la ditta è stata assegnata.
Ai termini dell’art.6 dello Statuto, gli iscritti nella lista degli aventi diritto al voto possono farsi rappresentare nell’Assemblea da un componente il proprio nucleo familiare mediante delega corredata da autocertificazione oppure dallo stato di famiglia attuale rilasciato dal Comune di residenza del votante.
In caso di comunione (immobili intestati in Catasto a più persone), il diritto di voto esercitato da uno dei partecipanti alla comunione stessa, al quale dovrà essere conferita delega dai titolari della maggioranza delle quote, computandosi anche la quota del delegato. In mancanza di delega, si considera quale rappresentante il primo intestatario della ditta iscritta nella lista degli aventi diritto al voto. Tali deleghe dovranno essere conferite con atto scritto e la firma del delegante dovrà essere autenticata o dal Segretario Comunale del luogo di residenza dello stesso delegante o da un Notaio o da un dipendente del Consorzio, all’uopo designato dalla Deputazione Amministrativa. NON È AMMESSO IL CUMULO DI PIU’ DI UNA DELEGA.
I membri elettivi del Consiglio dei Delegati da eleggere sono 8, come previsto dall’art.3 della L.R. n. 39 del 24.10.2001 e sono ripartiti fra le tre sezioni in cui è stata suddivisa l’Assemblea dei consorziati:
– 1^ Sezione: N. 1
– 2^ Sezione: N. 4
– 3^ Sezione: N. 3
In totale: N. 8
I seggi delle votazioni rimarranno aperti per 11 (undici) ore consecutive e cioè dalle ore 9,00 alle ore 20,00. Le votazioni sono ritenute valide qualora il numero dei consorziati partecipanti al voto in almeno due delle tre sezioni previste dall’art. 8 della L.R. 36/96 e s.m.i., sia almeno pari al:
10% degli aventi diritto al voto iscritti nella 1^ sezione o della contribuenza della sezione;
15% degli aventi diritto al voto iscritti nella 2^ sezione o della contribuenza della sezione;
15% degli aventi diritto al voto iscritti nella 3^ sezione o della contribuenza della sezione.
Si avverte che in relazione a quanto precedentemente comunicato nel manifesto del 1 ottobre 2018, i titoli di legittimazione per l’iscrizione nelle liste dei rappresentanti di persone giuridiche pubbliche e private, di minori, di interdetti, di falliti, di sottoposti ad amministrazione giudiziaria, nonchè i proprietari di beni in comunione devono essere presentati al Consorzio entro il ventesimo giorno precedente la data delle elezioni ed autenticate dagli stessi soggetti previsti dalle vigenti norme in materia elettorale ovvero da un funzionario all’uopo designato dalla Deputazione Amministrativa.
Vasto, 10.04.2019
IL COMMISSARIO
Dott. Franco Amicone
ESTRATTO DELLO STATUTO
ART. 4
Sono Organi del Consorzio:
a) l’Assemblea dei Consorziati; b) il Consiglio dei delegati; c) la Deputazione Amministrativa; d) il Presidente; e) il Collegio dei Revisori dei Conti.
ART. 5
(V comma) L’assemblea elegge gli 8 membri elettivi del Consiglio dei delegati.
(VI comma) A tal fine, essa è suddivisa in tre sezioni, in base al carico contributivo dei consorziati.
(VII comma) Sono inclusi nella prima sezione i consorziati con interessi marginali in agricoltura e quelli che, pur pagando contributi consorziali, appartengono a categorie extragricole. Si considerano interessi marginali in agricoltura quelli facenti capo a consorziati con carico contributivo immediatamente inferiore a quello occorrente per l’appartenenza alla seconda sezione.
(VIII comma) Sono inclusi nella seconda sezione i consorziati con carico contributivo compreso fra un minimo ed un massimo: il minimo rappresentato dal contributo immediatamente superiore a quello massimo della prima sezione, e il massimo da quello immediatamente inferiore a quello minimo della terza sezione.
(IX comma) Sono inclusi nella terza sezione i consorziati con carico contributivo immediatamente superiore a quello massimo della seconda sezione.
ART. 6
(I comma) Ogni elettore iscritto nelle liste elettorali ha diritto ad un voto personale, diretto, libero e segreto, non delegabile se non nei modi di cui al successivo comma.
(II comma) Ogni avente diritto al voto può farsi rappresentare, con delega scritta, da un componente del proprio nucleo familiare in base alle risultanze anagrafiche formalmente certificate (autocertificazione o stato di famiglia attuale). Non è ammesso il cumulo di più di una delega.
(III comma) In caso di comunione, il diritto di voto è esercitato da uno dei partecipanti alla comunione stessa, al quale dovrà essere conferita delega dai titolari della maggioranza delle quote, computandosi anche la quota del delegato. In mancanza di delega, si considera quale rappresentante il primo intestatario della ditta iscritta nel catasto consorziale e quindi, nelle liste degli aventi diritto al voto.
(VI comma) Le deleghe di cui sopra devono essere conferite con atto scritto ed autenticate dagli stessi soggetti previsti dalle vigenti norme in materia elettorale ovvero da un funzionario all’uopo designato dalla Deputazione Amministrativa.
(IX comma) Le deleghe, di cui al secondo ed al quarto comma, possono essere presentate al Consorzio sino alle ore 14,00 del terzo giorno antecedente quello stabilito per le elezioni, oppure direttamente al Presidente del seggio elettorale, durante le votazioni.
ART. 17
Gli elettori hanno la facoltà di esprimere un voto di lista e nell’ambito della prescelta, due voti di preferenza ai candidati nella lista stessa. Il voto di lista si esprime con un segno sul rettangolo contenente il contrassegno o il numero distintivo della lista prescelta. E’ consentito votare per una sola lista.
Il voto di preferenza può essere espresso esclusivamente per i candidati della lista votata e si manifesta con un segno sul rettangolo della scheda al lato del candidato prescelto. Il numero delle preferenze non può essere superiore a due. Se il votante esprime preferenze senza indicare alcun segno sul contrassegno o numero distintivo della lista, si considera che abbia votato la lista alla quale appartengono i candidati preferiti.
Le schede contenenti più preferenze di quelle consentite sono valide come voto di lista, ma sono nulle le preferenze.
ART. 24
Non possono essere eletti quali Consiglieri:
a) i minori, anche se emancipati, gli interdetti e gli inabilitati;
b) i falliti, per un quinquennio dalla data di dichiarazione del fallimento;
c) coloro che siano interdetti dai pubblici uffici, per la durata dell’interdizione;
d) coloro che non abbiano la cittadinanza italiana;
e) coloro che abbiano riportato condanne che non consentono l’iscrizione nelle liste elettorali politiche, salvo gli effetti della riabilitazione, nonchè coloro che siano stati sottoposti a misura di sicurezza che non consentano l’iscrizione nelle liste elettorali politiche, fino ad un anno dopo gli effetti del provvedimento;
f) i funzionari dello Stato e della Regione cui competono funzioni di vigilanza e tutela sull’amministrazione e sull’attività del Consorzio;
g) i dipendenti in servizio comunque denominati;
h) coloro che hanno il maneggio del denaro consorziale o, avendolo avuto, non hanno reso il conto della loro gestione;
i) coloro che hanno liti o comunque rapporti in contestazione pendenti con il Consorzio;
j) coloro che hanno in appalto lavori e forniture consorziali;
k) coloro che, avendo un debito liquido ed esigibile verso il Consorzio, si trovino legalmente in mora.

Non possono essere contemporaneamente Consiglieri gli ascendenti e discendenti, gli affini in linea retta, i fratelli e i coniugi.

modello presentazione lista sezione I

modello presentazione lista sezione II

modello presentazione lista sezione III

 

0
Ettari di superficie
0
Comuni
0
distretti